Marc

Leader: 00000nam a22000001c 4500
Tag Value
Control No.
MNG-00000865
Control No. ID
IT-MiFBE
Date and Time
20120730162733.0
Phys.Descrip.
ta
Fixed Data
120730s1564    it                  ita d
Tag Ind1 Ind2 Code Value
Nat.Bib. Cno. 7 a IT\ICCU\BVEE\001488
2 ItRI
System No. a (IT-MiFBE)958223
Catal. Source a IT-MiFBE
b ita
e reicat
Language Code 0 a ita
Country Code a it
Dewey No. 0 4 a 516
q IT-MiFBE
2 22
Dewey No. 0 4 a 526.98
q IT-MiFBE
2 22
Personal Name 1 a Bartoli, Cosimo
d 1503-1572
4 aut
Uniform Title 0 0 a Del modo di misurare le distantie, le superficie, i corpi, le piante, le provincie, le prospettive, e tutte le altre cose terrene, che possono occorrere a gli huomini, secondo le vere regole d'Euclide, e de gli altri più lodati scrittori
Main Title 1 0 a Cosimo Bartoli ... Del modo di misurare le distantie, le superficie, i corpi, le piante, le prouincie, le prospettiue, & tutte le altre cose terrene, che possono occorrere a gli huomini, secondo le uere regole d'Euclide, & de gli altri piu lodati scrittori
Imprint a In Venetia
b per Francesco Franceschi Sanese
c 1564
264 1 a In Venetia
b per Francesco Franceschi Sanese
c 1564
Physical Des. a [4], 141, [3] c., [2] c. di tav.
b ill.
c
Form.Cont.Note 0 a Frontespizio -- Antiporta -- Nomi delli Scrittori de quali è servito lo Autore in questa opera -- Dedica : Allo Illustrissimo et Eccellentissimo S. il S. Cosimo de Medici, Duca di Firenze et di Siena, Sig. et Patrone mio osservandissimo -- Francesco Franceschi Sanese a' benigni Lettori -- Del modo di misurare tutte le cose terrene di Cosimo Bartoli Gentilhuomo, et Academico Fiorentino -- Libro Primo -- Proemio, overo intentione dello Autore. Cap. I -- Come si faccia un quadrante instrumento commodissimo per misurare le distanzie. Cap. II -- Come si misurino le distantie a piano di linee diritte con il quadrante geometrico. Cap. III -- Come ritrovandosi in un luogo alto si misuri una linea diritta posta in piano. Cap. IIII -- Come si faccia il quadrante dentro alla quarta parte di un cerchio. Cap. V -- Come si possino misurare le linee a piano senza alcuno quadrante, ma solo con la squadra ordinaria. Capitolo VI -- Come si possa fare uno altro instrumento da potere misurare le distantie così adiacere come ritte, alle quali non si possa accostare. Cap. VII -- Come le linee rilevate ad angolo retto di sopra il piano del terreno si possino misurare con il Quadrante Geometrico. Cap. VIII -- Come si misurino le dette linee a piombo, ed il quadrante del cerchio, et prima della proportione delle ombre. Cap. IX -- Come si misurino dette altezze con il medesimo quadrante, senza la consideratione delle ombre ma solo con i raggi della veduta. Cap. X -- Come dette altezze si possino misurare, senza nessuno quadrante, ma solo con una asta in più modi. Cap. XI -- Come le altezza si possino misurare con uno specchio posto adiacente in terra. Cap. XII -- Come si misurino col quadrante le altezze, alle quali non ci possiamo accostare, ne misurare la distantia, che sarà fra esse et noi. Cap. XIII -- Come si misurino le altezze, alle quali non ci sia lecito accostarci con il quadrante del cerchio. Cap. XIIII -- Come si misuri una distantia, o spazio di alcuna cosa, alla quale noi non
Form.Cont.Note 0 a ci possiamo accostare, come sono li fossi delle fortezze, o delle città delli nimici, o simili, et vi fussi ancora qualche impedimento di muraglia. Cap. XV -- Come trovandosi sopra una torre possiamo misurare una torre minore, et così trovandoci su la minore misurare la maggiore con il quadrante. Cap. XVI -- Come si misuri una lunghezza di un pendio d'un monte con il quadrante. Cap. XVII -- Come stando a piè di un monte si misuri la latezza d'una torre posta in cima del monte. Cap. XVIII -- Come si misurino le profondità de pozzi, o altre profondità che caschino a piombo. Cap. XIX -- Come si misuri così la larghezza, come la profondità delle valli, o de' fossi con il quadrante. Cap. XX -- Come si possino misurare di più cose poste in un piano, come sarieno alberi, o colonne, o simili, le distantie ancora che sono infra l'una, et l'altra di esse colone, o alberi. Cap. XXI -- Come si misurino le distantie di molte cose poste per lunghezza in un filo in piano, trovandosene in alcun luogo lontano. Cap. XXII -- Come si misurino le cose poste in luoghi alti, cioè finestre capitelli di colonne, statue, et qual si voglia altra cosa ritta sopra qual si voglia altezza. Cap. XXIII -- Come stando in terra si possa trovare un punto, che a piombo corrisponda al punto di alcuna cosa collocata in alto. Cap. XXIIII -- Come si possino misurare le distantie, che le cose collo[ca]te ad alto hanno infra di loro, et per altezza, et per larghezza. Cap. XXV -- Come si mesurino le distantie delle medesime cose poste ad alto, cioè quando elle sieno per larghezza l'una lontana dall'altra, molto più facilmente se il luogo sarà tale, che vi si possa accostare. Cap. XXVI -- Come si possa ritrovare se alcuna cosa che sia in moto, ti si appressi, o ti si allontani, come armate di mare, o eserciti di terra, o simili, cosa utilissima a Generali delli eserciti. Cap. XXVII -- Libro Secondo -- Come si misuri una superficie di un triangolo retto, che ha duoi lati uguali. Cap. I -- Del triangolo
Form.Cont.Note 0 a retto, di lati disuguali. Cap. II -- Come si trovi la quantità de lati uguali di un triangolo con angolo retto, dato che sappiamo quante braccia è il lato, che è rincontro all'angolo retto, o come si trovino le braccia di detto lato, sapute le braccia delli altri duoi lati. Cap. III -- Come propostoci un lato si possa fare un triangolo rettangolo di lati proportionali. Cap. IIII -- Come si misurino i triangoli d'angoli sotto squadra, o acuti, et del modo di ritrovar' i lati l'un per l'altro. Cap. V -- Come si misurino i campi in triangolo di tre angoli acuti, et di duoi lati uguali, et un disuguale. Cap. VI -- Come si misuri un campo, overo un triangolo, che habbi tre angoli acuti, et tre lati disuguali. Cap. VII -- De triangoli, con lo angolo sopra squadra, come si misuri un triangolo sopra a squadra che ha duoi lati uguali. Cap. VIII -- Come si misuri un triangolo con l'angolo sopra a squadra, et di tre lati disuguali. Cap. IX -- Come si misuri universalmente qual si voglia sorte di triangoli. Cap. X -- Come si misurino i campi quadri di lati uguali, et di angoli a squadra. Cap. XI -- Come si misuri un campo che sia quadrilungo di angoli a squadra, e di lati di rincontro corrispondenti. Cap. XII -- Come si misuri un campo quadro di lati uguali, ma di angoli disuguali. Cap. XIII -- Come si misuri un campo quadrilungo di lati disuguali et d'angoli sotto et sopra squadra. Cap. XIIII -- Come si misurino i campi quadri di lati disuguali, et di diversi angoli. Cap. XV -- Come si misurino i campi quadrilunghi che habbino duoi angoli a squadra et lati diversi. Cap. XVI -- Come si misuri un campo di quattro linee, che habbi duoi lati uguali et diversi angoli. Cap. XVII -- Come si misuri un campo di quattro lati, et di quattro angoli diversi. Cap. XIX -- Come si misuri un campo di quattro linee, due delle quali sieno uguali, ma non contigue, et di angoli diversi. Cap. XVIII -- Delle forme di più lati. Cap. XX -- Come si misuri generalmente un campo di molti lati, et di
Form.Cont.Note 0 a molti angoli, che sia di forma regolare. Cap. XXI -- Come si misuri un campo di cinque angoli che sia regolare. Cap. XXII -- Come si misuri un campo di sei facce, et sei angoli uguali che sia regolare. Cap. XXIII -- Come si misuri un campo di più facce, o lati diversi, che sia irregolare. Cap. XXIIII -- De campi tondi. Cap. XXV -- Come si truovi la quadratura del cerchio. Cap. XXVI -- Come si truovi in altro modo la quadratura del cerchio. Cap. XXVII -- Come si misurino i campi che sono mezi tondi. Cap. XXVIII -- Come si misurino i campi che sono più, o meno che mezi tondi. Cap. XXIX -- Come si misurino i campi che hanno dello ovato. Cap. XXX -- Come si misurino i campi che hanno del quadrilungo, e dello ovato. Cap. XXXI -- Libro Terzo -- Come si misuri un corpo quadro come un dado. Cap. I -- Come si misuri un corpo di angoli retti, ma che habbi la metà de lati maggiori che li altri. Cap. II -- Come si misuri un corpo di muraglia, o d'altro, che sia a squadra ancor che in esso siano alcuni vani, o finestre. Cap. III -- Come si misuri un corpo ad angoli retti, che sia voto dentro. Cap. IIII -- Come si misurino le colonne generalmente. Cap. V -- Come si misuri una colonna che sia in triangolo di lati uguali. Cap. VI -- Come si misurino le colonne di forme quadrate. Cap. VII -- Come si misuri una colonna di sei facce. Cap. VIII -- Come si misurino i rocchi, o pezzi di qual si voglia colonna. Cap. IX -- Come si misurino le colonne vote. Cap. X -- Come si misurino le capacità di qual si voglia corpo, o vaso voto, che sia regolare. Cap. XI -- Come si misurino le piramide. Cap. XII -- Come si misuri una piramide di quattro facce. Cap. XIII -- Come si misuri una piramide che non fusse intera, cioè un tronco di piramide. Cap. XIIII -- Come si misuri una piramide di quattro triangoli uguali, che si potrebbe chiamare quattro base. Cap. XV -- Come si misuri una piramide tonda, per volerne segandola cavarne uno ovato. Cap. XVI -- Come si misurino i corpi tondi. Cap. XVII --
Form.Cont.Note 0 a Come si misuri un segamento maggiore, o minore del diametro di una palla, o la portion maggiore, o minore di detta palla. Cap. XVIII -- Come si misuri le otto facce corpo regolare di otto triangoli uguali. Cap. XIX -- Come si misuri il dodici facce fatto di pentagoni, cioè di dodici superficie di cinque lati uguali l'una. Cap. XX -- Come si misuri il venti facce di corpi, o piramidi triangolari. Cap. XXI -- Come si misurino i corpi solidi a guisa di mandorla, che sono irregolari. Cap. XXII -- Come si misurino le botti da vino, o da altro. Cap. XXIII -- Libro Quarto. Del decrivere le Provincie -- Come si facci una bussola. Cap. I -- Come si operi con la bussola per descrivere una Regione. Cap. II -- Come si possa mettere in carta una Provincia sapute le distanzie di luoghi. Cap. III -- Come si truovi una distantiz di un luogo e sia quanto si voglia lontano. Cap. IIII -- Come veduti dua, o tre luoghi si possino giustamente trovare le loro distantie, mediante le linee et gli angoli delle positioni, ancorchè non ci trovassimo in alcuno di detti luoghi ... Cap. V -- Come si possa descrivere una Regione, oProvincia, sapendo le distantie, et li angoli delle positioni. Cap. VI -- Libro Quinto -- Libro Sesto -- Come si trovi la radice quadrata di qual si voglia numero -- Come si cavi detta radice occorrendoci rotti -- Come si trovino le radici cubiche -- Come si cavi la Radice Cubica di ogni numero nel quale occorrino Rotti -- Regola delle tre cose, overo quattro proportionali -- Errata corrige -- Tavola delle cose più notabili -- Colophon
Pref. Cit. Note 8 a Cosimo Bartoli ... Del modo di misurare le distantie, le superficie, i corpi, le piante, le prouincie, le prospettiue, & tutte le altre cose terrene, che possono occorrere a gli huomini, secondo le uere regole d'Euclide, & de gli altri piu lodati scrittori. - In Venetia : per Francesco Franceschi Sanese, 1564 (In Venetia : per Francesco Franceschi Sanese, 1564). - [4], 141, [3] c., [2] c. di tav. : ill. ; 4º
2 isbd
Reprod. Note a Electronic reproduction
b Firenze
c Giardino di Archimede, Firenze
f La matematica antica su CD-ROM
Reprod. Note a Electronic reproduction
b Firenze
c Istituto e Museo di Storia della Scienza, Firenze
f Storia della matematica
Subject-Top.Trm 7 a Geometria
2 nsbncf
Subject-Top.Trm 7 a Rilevamento topografico
2 nsbncf
Local subject 0 7 a Storia della Matematica
2 IT-MiFBE
Local subject 0 7 a Storia delle Scienze naturali, fisiche, chimiche
2 IT-MiFBE
A.E. Corp. Name 0 a De Franceschi, Francesco <senese>
4 pbl
751 a Venezia
2 tgn
4 pup
Location a Biblioteca di storia delle scienze "Carlo Viganò"
e Brescia
j FA 5 B 185
n it